Una tazzina

ECCELLENTE

Fare il caffè migliore: un’idea chiara e precisa, una missione che guida la Torrefazione Caffè San Domenico fin dalla sua nascita. A dirigere questa piccola realtà artigiana collocata all’inizio della Valle di Susa è il Maestro Roberto Messineo, esperto in prodotti d’alta qualità e abile artigiano che segue con attenzione tutte le fasi del processo di torrefazione. Dalla selezione dei chicchi di caffè verde, ancora crudi, alla tostatura con legno di betulla, il più docile e con la fiamma più regolare, il Maestro Torrefattore opera secondo due principi: la passione e la costante ricerca della qualità. Per questo il caffè viene tostato a temperature basse e per un periodo prolungato: le alte rese di produzione non contano, quello che importa davvero è produrre il miglior caffè possibile.

TORREFAZIONE SAN DOMENICO

Via Moncenisio, 10 – 10050 Sant’Antonino di Susa (TO)

torrefazione caffè san domenico sant antonino di susa

Caffè di qualità

E CULTURA BOTANICA


Il controllo della lavorazione è fondamentale, ma lo è altrettanto la ricerca di produzioni di caffè particolari, in modo da poterne diffondere la cultura botanica. Il catalogo della Torrefazione ne è la dimostrazione. Le Miscele propongono un caffè forte, leggermente amaro, con una bassa acidità ed un continuo richiamo alle note del cacao, caratteristiche date dalla presenza del Robusta. I Monorigine, invece, sono 100% Arabica e arrivano dai migliori “Cru”. Ma la vera chicca è la tostatura dei più grandi Speciality Coffee del mondo: dal Kopi Toraia al Nepal Mont Everest Supreme, dal Jamaica Blue Mountain al Kona Hawaii. Nonostante fosse stato il primo in Italia, la scelta etica del torrefattore è stata di non importare più il pregiato Kopi Luwak, a causa delle ormai inaccettabili condizioni di sfruttamento degli zibetti.

I presidi Slow Food:

HARENNA, FOREST WILD COFFEE E HUEHUETENANGO


Nella filosofia della Torrefazione, la qualità del caffè incontra la tutela della biodiversità, come dimostra la collaborazione attiva con Slow Food. Proprio il Maestro ha curato la “messa a punto” della tostatura dell’etiope Harenna Forest, Presidio Slow Food, un caffè naturale che, dopo la raccolta, prevede esclusivamente l’essiccazione al sole delle ciliegie su reti sospese. L’Etiopia è il paese di origine del caffè e l’unico al mondo in cui si trovano ancora piante allo stato selvatico; nella foresta di Harenna, a 1800 metri, le piante del caffè crescono spontanee all’ombra di alberi ad alto fusto, producendo un caffè di qualità arabica con straordinarie potenzialità qualitative. Oltre al caffè etiope, Il Maestro tosta il celebre e pregiato caffè guatemalteco d’altura Huehuetenango, anch’esso presidio Slow Food.

Punto di degustazione e somministrazione Punto di degustazione e somministrazione
Shop online Shop online
Cottura presso la torrefazione Cottura presso la torrefazione
confezionamento del caffè in grani confezionamento del caffè in grani: sacchetto con valvola

HARENNA FOREST

Etiopia Wild Coffee Arabica naturale

L’assaggio del caffè

HARENNA FOREST ETIOPIA WILD COFFEE ARABICA NATURALE

Miscela:
HARENNA FOREST

L’Etiopia è il paese di origine del caffè e, dunque, l’unico al mondo in cui si trovano piante allo stato selvatico. La foresta di Harenna si trova tra le montagne del magnifico Parco nazionale del Bale, 350 chilometri a sud della capitale Addis Abeba. Qui, intorno ai 1800 metri di altitudine, cresce spontaneamente all’ombra di alberi ad alto fusto, un caffè arabica con straordinarie potenzialità qualitative ancora poco conosciute e valorizzate. Si tratta di un caffè naturale che, dopo la raccolta, prevede l’essiccazione al sole delle ciliegie. La torrefazione Caffè San Domenico cuoce i chicchi a temperature basse, lentamente e con fuoco a legna, ed è specializzata nella tostatura dei più grandi Speciality Coffee del mondo, Santo Domingo Barahona e Jamaica blue Mountains tra i più pregiati, oltre che tutti i caffè dei Presidi Slow Food.

Gusto:

Harenna si esprime volitivo e di gran carattere, nella tazzina la crema è fine e compatta, di colore vivo, il caffè ha profumi intensi di agrumi e fiori. L’acidità decisa e l’astringenza importante, tuttavia considerata positiva per questa mono origine, lo caratterizzano e distinguono da qualsiasi altro caffè coltivato.

Abbinamenti:

Tartufo al cioccolato fondente e alla nocciola o cioccolatini al miele si accostano bene all’espresso. Da bere, dopo il caffè, un deciso Angel Face, composto di gin, apricot brandy e calvados.

aspetto crema
complessità
aromatica
intensità
aromatica
acidità
amarezza
corpo
astringenza
persistenza

Dal chicco macinato fresco

ALLA TAZZINA


Le macchine superautomatiche macinano i chicchi di caffè all’istante al semplice tocco di un tasto. Il complesso organolettico di ogni chicco si esprime in pieno con la minima dispersione delle molecole volatili e la massima salvaguardia dell’aroma in tazzina.

Settaggi della macchina

CONSIGLI D’USO


4macinatura
forte intensità
normale lunghezza

Consiglio anche l’espresso ristretto, da ammorbidire con un cucchiaino di panna fresca se piace. L’intensità di Harenna si stempera e si addolcisce unendosi alla parte grassa del latte e al lattosio.

Guida ai torrefattori

UNA REALTÀ TUTTA DA SCOPRIRE


Un viaggio attraverso l’eccellenza del caffè raccontata dalla voce degli esperti di SlowFood Educa. Le recensioni dei caffè di 25 torrefazioni italiane di alta qualità ed in più tutto quello che c’è da sapere prima di gustare un espresso di altissimo livello.

modale-website