Barbara Ronchi Della Rocca è la massima esperta italiana di galateo e bon ton. In occasione del Salone del Gusto le abbiamo fatto qualche domanda per scoprire le piccole regole che il galateo insegna. Non semplice caffè servito in tazzina, ma numerose piccole curiosità che vi aiuteranno a fare bella figura con i vostri ospiti in qualunque occasione. Il servizio del caffè è un arte, conosciamo meglio questo mondo ricco di aromi e sapori.

Come va servito il caffè durante la giornata?

Se per il tè abbiamo un orario ben preciso, non esiste un solo orario per il caffè. La cosa importante è saper differenziare l’offerta del caffè per incontrare le esigenze dei propri ospiti. La mattina va servito con accanto un piatto più grande in caso si decida di accompagnarlo a una brioche per la colazione, il tovagliolo deve essere comodo da utilizzare, e bisogna essere rigorosamente seduti ad un tavolo. Il caffè di metà mattina invece, quello “delle 10” ma anche quello di metà pomeriggio, va servito senza piattino e con un tovagliolo in caso decidessimo di offrire qualcosa. Lo stesso vale per il caffè del dopopranzo e del dopocena che va servito al tavolo sempre senza tovagliolo.

Cosa accompagnare alla tazzina di caffè?

Ci sono mille occasioni golose per approfittare di un caffè, e un cioccolatino è sempre gradito. È opportuno anche avere sempre zucchero e dolcificante, e possibilmente coccolare gli ospiti andando incontro a ciascuna esigenza – soprattutto dopocena – proponendo un decaffeinato: una semplice dimostrazione della nostra attenzione ai loro problemi di sonno. Inoltre è consigliato non correggere il caffè: liquori e grappe andranno serviti soltanto dopo.

Esiste una tazzina diversa per ogni caffè della giornata? 

Solo alla colazione, quindi nel primo mattino, si può decidere di utilizzare una tazzina più grande. Durante tutte le altre occasioni invece è consigliata la tazzina di porcellana dal bordo e dalle rifiniture sottili. Il cucchiaino invece deve essere piccolo, il classico “moka”. Mai usare il cucchiaino da tè per il caffè, il piattino è molto più piccolo e quindi rischierebbe di cadere e mettere in difficoltà i nostri ospiti.

Pochi consigli, ma essenziali, che vi potranno aiutare a servire il caffè seguendo le regole del bon ton e del galateo: un’arte per prendersi cura di ciascun ospite ed accoglierli al meglio, in qualunque momento della giornata.

modale-website