Lunedì si è concluso Terra Madre Salone del Gusto a Torino che ha visto come protagoniste le migliori tradizioni enogastronomiche dai cinque continenti in un evento che ha avuto l’obiettivo di trasmettere saperi e sapori dal mondo.

“Voler bene alla terra” questo è stato il tema dell’edizione 2016, per questo Terra Madre ha deciso di abbandonare il Lingotto Fiere e uscire all’aria aperta: il modo più semplice e immediato di entrare in contatto con le persone e avvicinarle ai temi della ricchezza agroalimentare che il nostro pianeta ci offre spontaneamente.

Voler bene alla Terra significa conoscerla, sapersene prendere cura e apprezzarla in ogni sua forma. Le piantagioni del caffè sono un bene prezioso e una ricchezza di primaria importanza alla produzione di una delle bevande più apprezzate al mondo. Presso lo stand De’Longhi al Parco del Valentino si sono susseguiti i sei appuntamenti con i Master of Food in cui Gabriella Baiguera, formatrice Slow Food, è stata guida dell’immaginario viaggio che ogni chicco di caffè deve compiere dalle piantagioni per arrivare alla tazzine. Un lungo viaggio quindi, che il pubblico ha compiuto entusiasta, lasciandosi coinvolgere da temi spesso poco trattati o ignorati, sfatando così ogni falso mito legato al mondo del caffè.

Avere l’occasione di poter toccare con mano la grana di caffè ma anche vedere con i propri occhi le differenze cromatiche o di grandezza che caratterizzano i singoli chicchi. Assaggiare il gusto dell’espresso e lasciarsi conquistare dal profumo degli aromi in un’esperienza multisensoriale volta a far comprendere la bellezza e l’importanza della qualità.

Eletta Cappuccino Top, Autentica e Prima Donna Elite sono state le Superautomatiche protagoniste dello stand. I visitatori hanno potuto assaggiare le migliori miscele delle Torrefazioni Art Cafè, Caffè Alberto, Caffè Bontadi, Boutic Caffè e Caffè Ollietti. L’unione di chicchi di altissima qualità con l’eccellenza tecnologica delle Superautomatiche ha consentito la degustazione di un’ottima tazzina di caffè. La macinatura istantanea delle Superautomatiche fa si che non vi sia alcuna dispersione degli aromi volatili: mantiene così tutte le proprietà organolettiche delle miscele per un espresso dal gusto più intenso.

Terra Madre Salone del Gusto è stato un prezioso momento di confronto e condivisione reso possibile grazie alla partecipazione non solo di un grande numero di piccoli coltivatori nel mondo dediti alla conservazione della biodiversità che con quotidiano impegno rendono eccellente la filiera di produzione delle materie prime per assicurare sempre l’alta qualità di ogni cibo, ma anche di tutti coloro che hanno deciso di mettersi in gioco ed entrare in contatto con le culture culinarie di tutto il mondo.

modale-website