Buongiorno sono Gabriella Baiguera oggi vi parlerò del chicco di caffè, il seme di una bella pianta originaria dell’Etiopiache fiorisce due o tre volte l’anno, perciò capita che su un ramo compaiono contemporaneamente frutti e fiori.

I chicchi sono racchiusi nella così detta ciliegia di caffè, che i raccoglitori colgono a mano quando è matura. Una curiosità: la ciliegia che cresce in cima a un ramo spesso contiene un unico seme rotondo, il così detto caracolito.

La potenziale bontà del nostro espresso è nascosta in gran parte lì, nei chicchi: meglio macinarli al momento con una macchina superautomatica De’Longhi e scegliere varietà di qualità come i caffè di Presidio tutelati dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità

modale-website