L’espresso: per gli intenditori la quintessenza del caffè, per tutti uno dei simboli italiani nel mondo, in assoluto una delle bevande più conosciute ed apprezzate. Ma cosa rende così speciale questo tipo di caffè (*1)? Senza dubbio la preparazione in grado di esaltare pienamente la ricchezza di note aromatiche, alle quali si uniscono le sensazioni vellutate procurate dalla crema. Un espresso perfetto è un vero miracolo in cui scienza, tecnica ed arte si uniscono e si concentrano in una tazzina. Il vero pregio dell’espresso sta tutto lì, in quella minima quantità di liquido corposo, caldo, profumato e persistente che cela picchi di fragranza, un concentrato di gusto, una provocazione ai sensi che raramente delude gli appassionati, visto che per prepararlo si utilizzano miscele o mono origini di qualità garantita e ricche di potenziale da esprimere.

 

Se il pregio dei grani è il punto di partenza, ci sono però altri fattori che influenzano il risultato finale, primo tra tutti il metodo di conservazione del caffè. La difficoltà principale (*2), infatti, consiste nel saper preservare le sostanze volatili, ovvero le numerose molecole odorose che caratterizzano i caffè più pregiati e che, per loro natura, tendono a disperdersi nell’aria.

 

Se da veri coffee lovers vi siete dotati di una macchina automatica per preparare a casa un espresso perfetto come quello del bar, allora diventa fondamentale tenere in considerazione qualche trucchetto che vi permetterà di mantenere intatta la qualità dei vostri preziosi chicchi.

 

– Iniziamo con il parlare delle quantità ideali che permettono di gustare un caffè sempre fresco (*3) e al massimo delle sue potenzialità. Il caffè in grani, meno costoso del caffè macinato, delle cialde e delle capsule, è in vendita in confezioni di vario peso; per un consumo familiare medio vi consigliamo l’acquisto di 250-500 grammi di caffè per volta, da conservare in dispensa sigillato nella confezione originale.

– Una volta aperta la confezione, i chicchi di caffè vanno conservati in un barattolo di latta con chiusura ermetica (*4)

Ricordate di essere veloci nel momento in cui versate i chicchi nel serbatoio dell’automatica (*5); riavvitate in fretta il tappo del barattolo e ricollocate con precisione il coperchio sul serbatoio della macchina.

Riponete la vostra scorta di caffè in un luogo fresco (*6), evitando con cura armadietti che risentano del calore diffuso. L’aumento di temperatura, infatti, contribuisce alla dispersione degli aromi nell’aria.

Periodicamente, pulite con cura il barattolo (*6) e il serbatoio utilizzando un panno asciutto: con il tempo, infatti, le particelle oleose che ricoprono le pareti irrancidiscono e, per contatto, rischiano di alterare anche i sapori dei chicchi.

 

Presi dall’entusiasmo e rapiti dal profumo del caffè vi è capitato di comprarne più del dovuto? Niente paura: con questi tricks aggiuntivi potrete disporne alla perfezione fino all’ultimo chicco e degustare a casa vostra di un caffè di pregio come quello delle migliori caffetterie.

 

Immaginiamo di avere acquistato un chilogrammo di caffè in grani confezionato in busta con valvola. Ecco come vi consigliamo di procedere per conservarlo al meglio:

 

  • Aprite la confezione, travasate nel barattolo la quantità di caffè che prevedete di consumare in una settimana e riponete il barattolo ben chiuso in dispensa;
  • richiudete per bene la confezione con nastro adesivo forte, di tipo americano, evitando di coprire la valvola e facendo sì che all’interno della busta rimanga un po’ di spazio, in modo che il caffè abbia un certo agio di movimento;
  • Riponete la busta così preparata in un sacchetto di plastica un po’ più grande e, con l’aiuto della macchina casalinga per la conservazione dei cibi sottovuoto, sigillate senza levare aria, semplicemente saldando i due lembi del sacchetto.

 

Il sacchetto ora è pronto per essere conservato in una dispensa fresca e buia, per un periodo medio lungo, fino a due mesi. Se preferite potete tenere il sacchetto così confezionato in frigorifero, ricordandovi però che, per ottenere un caffè al massimo delle sue potenzialità, dovrete lasciare che i grani riprendano la temperatura ambiente prima di essere usati.

 

Ora che sapete come conservarlo al meglio, non vi resta che correre in torrefazione a comprarvi dell’ottimo caffè!

modale-website